“LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA PER L’ITALIA DI DOMANI” 29 GIUGNO 2018 CON SALUTI DEL SOTTOSEGRETARIO AL MINISTERO DEL LAVORO

“LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA PER L’ITALIA DI DOMANI” 29 GIUGNO 2018 CON SALUTI DEL SOTTOSEGRETARIO AL MINISTERO DEL LAVORO

“LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA PER L’ITALIA DI DOMANI” 29 GIUGNO 2018 CON SALUTI DEL SOTTOSEGRETARIO AL MINISTERO DEL LAVORO

Si è svolto lo scorso venerdì 29 Giugno a Milano l'evento “LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA PER L’ITALIA DI DOMANI”, organizzato da ANPIT.

L’obiettivo dell’incontro, svoltosi presso l’Adi Hotel a pochi metri di distanza dal Mi.Co dove era in programma il Festival del Lavoro, era quello di presentare il nuovo CCNL Marketing Operativo sottoscritto dall’associazione datoriale insieme all'organizzazione sindacale CISAL, e approfondire importanti temi legati al mondo del lavoro come la partecipazione, la rappresentatività e il welfare aziendale.

Il convegno si è aperto con la lettera di saluto giunta dal Sottosegretario al Ministero del Lavoro Claudio Durigon, letta dal moderatore dell’incontro Daniele Saponaro: “in questi anni avete stipulato, nel pieno rispetto delle leggi vigenti e della costituzione, una contrattazione collettiva nazionale con la Cisal che saputo guardare con grande attenzione alle evoluzioni del sistema economico nazionale e globale e conseguentemente alle evoluzioni normative, offrendo un contributo importante al sistema delle relazioni industriali”, uno dei passaggi salienti del testo.

Al padrone di casa Marco Furnari Vice Presidente di Anpit Lombardia il compito di introdurre, presentando tutte le categorie interessate a questa disciplina: dal merchandising all’allestimento degli spazi espositivi all'interno di strutture commerciali, dalle ricerche di mercato ai sondaggi di opinione passando per il telemarketing, le televendite, e le agenzie pubblicitarie, incluse tutte quelle attività preliminari e complementari al facchinaggio presso ditte commerciali inerenti al settore e l’organizzazione e gestione di congressi, esposizioni, mostre e fiere.

Con l’intervento del consigliere nazionale Gianni Mignozzi si è subito scesi nella specifica applicazione del contratto, nato dalla necessità di normare una tecnica di promozione commerciale sempre più diffusa nel settore della grande distribuzione organizzata e specializzata, e che ormai coinvolge più di 50.000 lavoratori, e di colmare il vuoto lasciato dalle forme contrattuali che in questi decenni hanno regolato i rapporti di lavoro senza riuscire a soddisfare le determinate esigenze di questi particolari servizi.

Mignozzi ha analizzato i dettagli del contratto e le diverse discipline previste per i rapporti di lavoro a tempo indeterminato, a tempo determinato, sia parziale che a tempo pieno, e per svolgimento di mansioni di carattere discontinuo o intermittente, concentrandosi inoltre sulla questione, molto dibattuta anche nella tre giorni del Festival del Lavoro, della rappresentatività. Argomento questo ripreso e approfondito dall’avvocato Flavio Vincenzo Ponte, docente presso l’Università della Calabria, il quale ha chiarito questo controverso tema con un focus specifico sull’articolo 51 D.LGS. n. 81/2015, illustrando i reali destinatari e obiettivi di questa norma.

Nella seconda parte del convegno si è dato vita ad un confronto tra le due parti sottoscrittrici del CCNL Marketing operativo: da una parte Francesco Catanese, membro del Consiglio Nazionale dell’Anpit, in rappresentanza dell’associazione datoriale, e dall’altra Vincenzo Caratelli, Segretario Generale Cisal Terziario, per la controparte sindacale.

E’ stata l’occasione per declinare il rapporto tra associazione di categoria e sindacato ai giorni d’oggi, secondo le esigenze dei titolari e dei dipendenti in un’ottica di superamento di questo eterno rapporto conflittuale.

A conclusione della seconda parte e a suggello di quanto precedentemente trattato, considerando anche il riferimento di Catanese e Caratelli all’applicazione dell’art. 46 della Costituzione e quindi al tema della partecipazione, la relazione del professor Paolo Stern, docente universitario e coordinatore del Centro Studi dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Roma: un’importante testimonianza sulla necessità, per ogni impresa, di attuare un piano di produttività e welfare aziendale.

A chiudere i lavori l’intervento finale del Presidente Nazionale Anpit Federico Iadicicco che dopo l'analisi del contesto economico e delle difficoltà delle aziende italiane ha lanciato la proposta di una comune collaborazione, una sinergia tra le due associazioni al Presidente di Anasfim Nicola Augello, presente in sala. Un percorso assieme che possa portare alla sottoscrizione di accordi comuni e ad una più ampia condivisione che veda il coinvolgimento di tutte le organizzazione sindacali disponibili al confronto.

LETTERA DI SALUTO AD ANPIT DEL SOTTOSEGRETARIO AL MINISTERO DEL LAVORO CLAUDIO DURIGON 29 GIUGNO 2018

Related Articles

Close
MENU